Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

CroppedImage832832

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

 

Si è da poco conclusa nella pazza Inghilterra, la prima mostra interattiva dedicata completamente al mondo canino organizzata da Dominic Wilcox.

Impossibile? Sorprendente? No, assolutamente non ci sorprendiamo più di niente e questa iniziativa la classifichiamo tra quelle certo più curiose e divertenti.

 

 TH>N

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

 

Dominic Wilcox è un artista, designer inglese che ha basato la sua carriera sull’interpretazione personale di oggetti di uso comune ristrutturati nei modi più strani con una riscoperta del ready-made, sulla progettazione di nuove attrezzature che si applicano agli usi più inconsueti e che vogliono prima di tutto stupire provocando, un esempio? Le scarpe con il GPS integrato che ti guidano a casa.

Per altre stupende trovate consultate il suo sito, c’è da divertirsi.

 

Friday 19th August 2016, Bermond

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

 

E’ quindi perfettamente in linea con il suo pensiero innovativo e provocatorio la mostra per cani che si è svolta nella Ugly Duck Gallery a sud-est di Londra.

La “Contemporary Art for Dogs” ha avuto successo? La critica l’ha esaltata? Non lo sappiamo, i cani non ce lo hanno detto, o meglio non ne siamo sicuri, anche se guardando i video pare che i protagonisti assoluti dell’evento si siano divertiti.

 

Friday 19th Aug

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

 

Dominic Wilcox non ha trascurato niente: molto apprezzati i quadri ad altezza di cane fatti da diversi autori che hanno usato i colori visibili allo spettro del loro occhio, ma anche le citazioni colte come Pistoletto (specchi di vari colori) e abbeveratoi a foggia di moderne fontane.

 

waterdog

Dominic Wilcox – Waterdog – 2016

 

L’attenzione cinofila è stata attratta soprattutto da quelle opere interattive alle quali si sono appassionati tanto i cani quanto gli uomini. Gettonatissima è stata la ciottolona ricolma di palline, a sbeffeggiare le molte istallazioni che negli ultimi anni si sono costruite in stazioni, saloni, o all’aperto specialmente in Inghilterra (Martin Creed – Work N°. 200, Half The Air In A Given Space; Charles Petillon – Heartbeat, 2015), anche se il pezzo forte è sembrato essere la simulazione di un giro in auto.

 

TH>N

Dominic Wilcox – Contemporary Art for Dogs – 2016

 

Seduti dietro la sagoma di cartone a forma di auto, c’erano le postazioni individuate come oggettivamente migliori per far assaporare ai cani la freschezza del finestrino aperto ricostruita con un ventilatore, a cui si aggiungevano vari aromi: prosciutto, pesce, carne, pollo, scarpa vecchia, maglietta sudata.

 

Friday 19th August 2016,

Dominic Wilcox – Carsimulator – 2016

 

Si potrebbe frettolosamente accantonare questa iniziativa assieme ad altre non meno curiose come la mostra di Lana Newstrom,Invisible Art del 2014, non la si può però accomunare filosoficamente a quelle di Jannis Kounellis (1936) degli anni 60′, dove c’erano sì, animali vivi, nelle gallerie ma non  come spettatori, bensì come opere d’Arte viventi e l’intento era più sarcastico, provocatorio, rivoluzionario.

 

carsimulator

Dominic Wilcox – Carsimulator – 2016

 

Non c’è questo intento nella mostra di Wilcox, non c’è nessun accenno polemico e sì che l’Arte contemporanea ne ha forniti molti di possibili appigli contestabili, di oggetti, sculture, dipinti elevati a opere d’Arte che in verità non valgono niente. Wilcox si fa sfuggire questa occasione di dissacrazione artistica e purtroppo resta fedele al suo intento di creare una piccola galleria per cani.

Ad ogni modo, questo mix tra parco giochi e mostra d’Arte è sembrato interessare oltre che i cani, anche i padroni, pronti a vezzeggiarli e viziarli con ogni mezzo, anche quello culturale.

insidefan

I commenti sono chiusi.