Fabrizio Avena – L’importanza del dettaglio

Fabrizio Avena – L’importanza del dettaglio 

10432472_604830409636996_7226691675294416624_n

Fabrizio Avena nasce a Palermo nel 1965, vive a Verona dal 2001.
Da sempre interessato al disegno e alla pittura, coltiva queste passioni fino ad ottenere uno stile  personale con cui ci dona la sua visione dell’esistenza in scorci fotografici che ne risaltano i dettagli, quali metafore della preziosità delle piccole cose di tutti i giorni.

 

10569020_604828296303874_1749189322909548081_n

Scampoli di calore umano sono protagonisti sopra ciò che è invece la visione esistenziale della coscienza colletiva: la gestualità delle mani, la posa dei piedi, l’incrocio delle gambe, la risaltante complessità del panneggio dei tessuti assunta quando i soggetti si raggomitolano, si rilassano e sottintendono una calda atmosfera casalinga; la piega del ginocchio, l’accenno dell’inguine, il candore di un ritaglio di pelle tra i vestiti, assumono nell’opera di Fabrizio Avena una sensualità complice, impensabile.

 

1918052_955258317927535_7003739788158201477_n

Avena è un curatore del dettaglio, ne fa il soggetto delle sue opere e si impegna nella ricerca di quella parte di un ipotetico fotogramma di una scena di vita che forse sarebbe stato dimenticato ma che in verità ne riassume tutta la sostanza.

 

10462757_604833456303358_99358135192442058_n
L’esecuzione dei suoi lavori tiene conto di una ricercata complessità grafica che si contrappone invece al disegno, ben eseguito ma tendenzialmente semplice quanto efficace.

 

10593170_638449322941771_1007993845003088397_n

Così i suoi soggetti, spesso femminili, sottintendono sorrisi che non appaiono, visi rilassati che non si vedono.

 

12802922_938252779628089_9189885440432643983_n

Come se dipingesse guardando verso se stesso, i suoi piedi, le sue mani, Avena nota soprattutto le estremità delle sue donne, le gambe, i torsi, gli oggetti di uso comune che li contornano.

 

10527878_604829692970401_8460688773888547557_n

I suoi colori delicati sono contrassegnati da una pioggia di screziature accese, rosse, arancioni, fatte con pastelli ad olio, modulati con velature acriliche, graffiati con ritocchi atti ad impreziosire quell’istante di vita elevato a protagonista.

 

10518644_604828629637174_365954050881197949_n

C’è molta poesia nell’opera di Fabrizio Avena, c’è forse la visione dell’essenza, di ciò che realmente ha importanza, escludendo il lavoro, il quotidiano stress, il contemporaneo rimbombare del tam tam dei mass media, il denaro, la carriera, la politica, problemi che lui riduce giustamente a minima parte, mezzo necessario, mai protagonista nella sua sensibilità, per arrivare ad ottenere quella calda tranquillità che trasuda da ogni sua singola opera.

 

10660150_638450746274962_7184962734093849890_n

Precedente Sonja Hinrichsen - Snow Art Successivo Colui che fu definito il “Maestro della Pala Sforzesca”

2 thoughts on “Fabrizio Avena – L’importanza del dettaglio

  1. fabrizio avena il said:

    grazie , infinite avete scritto un articolo che va oltre le mie aspettative e meglio di qualsiasi dicesi critico,, bravi e complimenti per il blog,, ,,Fabrizio Avena

  2. mcarte il said:

    Come sempre, ci limitiamo a descrivere quello che vediamo, certo non trattenendo nostre considerazioni ma è il soggetto che liberamente ci ispira e se non fosse interessante, anche l’articolo non lo sarebbe. Complimenti per i tuoi lavori Fabrizio.

I commenti sono chiusi.