La matericità solare di Athos Faccincani

La matericità solare di Athos Faccincani

faccincani

Athos Faccincani, Peschiera del Garda 1951.

Perchè Faccincani? Perchè c’è bisogno anche di pittori come lui, scevri della fame di contemporaneità, complessità, arcane geometrie, sintattiche rivelazioni metafisiche simboliche, artefatti, costretti a stupire ad ogni costo.

Faccincani si affida solo al suo stile pittorico e ai soggetti scelti con cura e libero si dona a chi vuole prendersi una pausa dal mondo.

???????????????????????????????

 

Si potrebbe citare Van Gogh, per la somiglianza della pennellata ampia e satura che scolpisce con il colore, le figure sulla tela, ma di lui non c’è la fine ricerca cromatica, l’interpretazione innovativa e personale della colorazione delle ombre.

La pittura di Athos Faccincani è più immediata, ad una prima visione quasi elementare, ma rivela nella pennellata decisa, una struttura ben delineata, sua tipica, asettica da ripensamenti.

Dai colori risplendenti, gli accostamenti arditi, Faccincani cerca soprattutto di donare immediata bellezza.

 

event_79414

Colpisce la spessa matericità dei suoi dipinti apprezzabile solo in una visione dal vero, cui nessuna fotografia rende giustizia. Per quanto policroma, la sua pittura esalta il bianco, spumeggiante tra l’arcobaleno degli altri colori primeggia, illuminando i veri soggetti. Piccoli paesi o luoghio più conosciuti, Portofino, Positano, Capri, posti di vacanze e di sogni di cui Faccincani descrive l’atmosfera, la gioia, con uno stile fluido, personale e lontano dallo stressante bisogno di definizione del tettaglio.

 

525_immagine

Perché Faccincani? Perchè è il sole, il mare, i fiori, le barche tra le onde, le spiagge, le scogliere. E’ la spensieratezza libera da costruzioni strutturali, ambiguità, tristezze, miserie umane, complessità.

La pittura di Faccincani non impegna e questo nei suoi quadri diventa una dote.

Semplice nella descrizione, possente negli scorci prospettici, le sue marine, solari, trasmettono allegria.
Faccincani ci invita ad apprezzare l’armoniosa bellezza del creato, una cosa che possiamo fare tutti sempre, una cosa che cercano di renderci complicata avvelenandoci l’esistenza, una cosa che invece abbiamo tutti già, gratis.

Athos_Faccincani_1

Precedente Gustav Klimt - Danae - 1907 Successivo Piazza della Signoria, un museo a cielo aperto