Luigi Lanotte – La realtà dell’esistenza

Luigi Lanotte – La realtà dell’esistenza

1397882_10202537541583419_2033466831_o
Luigi Lanotte – Autoritratto

 

Luigi Lanotte è un artista di 35 anni, originario di Barletta, dalla pennellata vibrante e uno stile interpretativo personale che prende spunto dalla pittura figurativa del secolo passato per poi affacciarsi in una condizione espressiva più contemporanea.

 

988818_10203527457330694_695293482_n
Luigi Lanotte

 

Nei suoi paesaggi si assapora tutta la qualità della pittura postmacchiaiola. Scorci di vie, piazze, palazzi, sono trattati con sicurezza e una pennellata veloce ma incisiva, descrittiva, intensa, una padronanza dello spazio pittorico e della luminosità notevole.

 

10354673_10204873999753413_4156721815996198010_n
Luigi Lanotte

 

Uno dei soggetti che preferisce è la natura morta. Con colpi di spatola o pennellate, la interpreta in modo vibrante, accostamenti di tonalità cromatiche leggere apportate però con una discreta matericità pittorica.

 

11037072_10206273830788314_5653058805879189531_n
Luigi Lanotte

 

La tranquillità acquisita tramite una evidente, rigorosa applicazione alla pittura dal vero, gli permette di spaziare oltre il soggetto per esaltare quelle qualità di contrasto dei metalli, dei riflessi, che esplodono in tocchi di candido bianco tra le atmosfere rarefatte.

 

presenze, acrilico su cartone, 70 x 70 cm
Luigi Lanotte – Presenze, olio su cartone 70×70 cm

 

12549017_10208448636877107_6313343496634895609_n
Luigi Lanotte

Un’altra delle sue qualità è l’esprimersi al meglio nei ritratti.

10505390_10204344938447211_6675698219308768939_n

 

Con una pennellata decisa, senza ripensamenti cromatici, riesce a cogliere l’intima espressione dei soggetti, eludendo l’accademica descrizione dei volti, ma anzi facendo largo uso di quello che possiamo definire “il sottinteso”.

 

156214_10200197769010567_511598661_n
Luigi Lanotte – Autoritratto

 

Non il “soggetto sottinteso”, espediente allegorico per rappresentare significati spesso censurabili, ma la capacità di non completare le figure lasciandone ampio campo alle ombre, facendo in modo che i volti , le anatomie, anche se appena accennate riescano a darne comunque l’idea completa.

 

971832_10201196731984017_1176941997_n
Luigi Lanotte – Autoritratto

 

L’occhio umano infatti tende a completare i soggetti con le immagini che è solito avere quotidianamente davanti, in questo caso, un accenno dei dettagli del volto è pienamente sufficiente affinchè l’osservatore abbia in realtà il quadro completo.

 

1939630_10203258665611069_1304363323_o
Luigi Lanotte – Autoritratto

 

Tecnica assai difficile per risultare efficace, ma molto interessante, con la quale Luigi Lanotte si trova a suo agio.

 

10483169_10204092085286040_1054672165672823484_n
Luigi Lanotte
1012801_10201464800125553_1829200819_n
Luigi Lanotte

 

Altrettanto interessante è la sua interpretazione nella pittura di anatomie e di interni, con una veloce esecuzione fatta di pennellate decise alternate ad altre dall’andamento più rarefatto.

 

10377595_10204370246119887_8048388035326929035_n
Luigi Lanotte

 

Luigi Lanotte riesce a rendere l’intimo sentimento delle scene, senza doverne cogliere i particolari, senza dover assecondare le preferenze di un certo tipo di pittura contemporanea rivolta alla riproduzione dettagliata.

1508577_10203272260470932_1675144948_n
Luigi Lanotte – Interno

 

La Pittura di Luigi Lanotte cerca di fissare sulla tela non gli oggetti, non i personaggi ma le sensazioni che questi possono suscitare e, tra i giochi di ombre ed espressioni assorte, ci riesce.

 

12075067_10207710587786341_3744803232134062496_n
Luigi Lanotte
Precedente Il raffinato Bondage di Flavio Di Nardo Successivo I Cavalli di Gericault

3 thoughts on “Luigi Lanotte – La realtà dell’esistenza

I commenti sono chiusi.