Marcelo Daldolce – Il volume della pittura

Marcelo Daldolce – Il volume della pittura

marcelo-daldoce-13

Marcelo Daldolce

 

Figurativo, Astratto, scultura, decorazione, pittura, tridimensionalità e bidimensionalità si mescolano  nell’Arte contemporanea ormai da decenni per dare origine a rivisitazioni di stili passati, aggiornate versioni, reinterpretazioni e spesso non c’è confine tra ciò che è pittura e ciò che è scultura.

 

marcelo-daldoce-14

Marcelo Daldolce

 

Marcelo Daldolce è un artista brasiliano di San Paolo ma residente a Miami dal 2010.

 

marcelo-daldoce-06

Marcelo Daldolce

 

I suoi ultimi lavori, forse i più interessanti sono un  mix tra la buona pittura e la trasfigurazione contemporanea attraverso un gioco di volumi della superficie della “tela”, piegata come un origami, che trasforma ogni sua creazione in una scultura illustrata e dipinta. Chiamare in causa i temi cari agli spazialisti degli anni ’50 è forse azzardato, Castrellani (1930), Bonalumi e gli altri avevano elevato la tela-supporto a soggetto indiscusso, movimentato dalle sole estroflessioni e l’unica possibilità di lettura delle opere era la finissima qualità del riflesso della luce e delle ombre sulla tela monocroma.

 

marcelo-daldoce-07

Marcelo Daldolce

 

Daldolce esula dalla purezza spazialista prendendo solo lo spunto dalla possibilità di creare volumi per poi inserirci la sua pittura.

 

marcelo-daldoce-09

Marcelo Daldolce

 

Tra le complicate pieghe del supporto, alcune vere, altre solo raffigurate, si intravedono pezzi di un soggetto seminascosto, se non imprigionato in questa ripetizione di motivi decorativi, mosaici, ipotetici disegni che si sommano originando la consistenza di un pavimento accartocciato, ripiegato come una saracinesca per mostrare il contenuto sul fondo.

 

marcelo-daldoce-08

Marcelo Daldolce

 

Daldolce si serve di questo barocchismo architettonico per impreziosire quando non semplicemente per complicare, a volte anche senza motivo, l’essenza della figura rappresentata, per creare un volume insito nell’opera, decorativo, forse ingombrante, certo particolare e originale.

VenusinFurs1

Marcelo Daldolce

I commenti sono chiusi.