Sul perchè Serge Marshennikov non è Bouguereau

Sul perchè Serge Marshennikov non è Bouguereau

Serge Marshennikov 1971 -

Serge Marshennikov

 

Impressionante è la tecnica di questo pittore russo nato a Ufa, classe 1971, Serge Marshennikov.

 

tumblr_n5izdobFNh1rrf3aao1_1280

Serge Marshennikov

 

Lo potremmo paragonare ad un novello Bouguereau contemporaneo, che dal pittore francese ha ereditato la plasticità composta, la delicatezza, l’aggraziata composizione del nudo femminile contornata dai colori pastello.

 

serge-marshennikov-8

Serge Marshennikov

 

Serge Marshennikov espone in tutto il mondo e i suoi quadri sono in musei di prestigio, la sua tecnica è ineccepibile, le sue donne si distinguono da quelle dei pittori continuatori dello stile neoclassico del secolo passato spesso solo per i dettagli delle vesti, per gli accessori più contemporanei, per la luce più marcata, per le capigliature del nostro tempo …..No! Non è così. Non ci si avvicina nemmeno.

 

http://mcarte.altervista.org/wp-content/uploads/2014/12/WilliamBouguereau-TheBather-1879.jpg

William Adolphe Bouguereau – La Bagnante – 1879

 

Confrontando le opere di Marshennikov con quelle di Bouguereau o altro pittore neoclassico, si rende palese la diversità, l’impossibilità di sovrapporre gli stili. Per quanto  Marshennikov sia incredibilmente virtuoso e perfetto, non raggiunge quella elevazione di spirito che ci fa pensare a ragion veduta alla parola “capolavoro”, non ci riempie di commozione, non ci spinge a cercare di capire come sia possibile, come può aver fatto col solo ausilio di colori e pennelli a creare i suoi dipinti, domanda spontanea che spicca sulle labbra vedendo quelli di Bouguereau.

 

Serge+Marshennikov

Serge Marshennikov

 

Nell’era della fotografia, è lei la cartina di tornasole indiscutibile (a torto) di ogni opera che voglia descrivere più realisticamente possibile un soggetto, è lei la misura della bravura di un pittore, è lei il metro di giudizio, innalzata a giudice insindacabile da chi di pittura non ne capisce niente.

 

tumblr_macrtbH3ld1

Serge Marshennikov

 

http://mcarte.altervista.org/wp-content/uploads/2014/12/640px-William-Adolphe_Bouguereau_1825-1905_-_After_the_Bath_18941.jpg

William Adolphe Bouguereau – Dopo Il Bagno – 1894

 

Bouguereau sbaraglia le mura erette a fortezza della macchina giudicatrice, distrugge dubbi, false certezze, libera la mente da quello che potrebbe sembrare verità assoluta e con una sola sua opera frantuma il pensiero di chi aveva giudicato il lavoro di  Marshennikov stupendo. Non che non lo sia, non che il pittore russo sia ingiustamente esposto in musei e venduto nelle aste più prestigiose, non che non abbia il merito di essere giudicato grandissimo artista ma… la finezza di un  Bouguereau, è ormai inarrivabile.

 

tumblr_m0

Serge Marshennikov

 

Come se non bastasse, Marshennikov non solo carezza le sue modelle sulla tela con pennellate di seta, le leviga tra luci rarefatte e ciocche di cui si possono contare i capelli, ma amplifica le sue composizioni con un panneggio sofficissimo e tattilmente apprezzabile, dai ricami complessi, le trame moderne, i disegni intersecati tra le pieghe…. Eppure le stoffe che attorniano le carni delle modelle di Bouguereau sovrastano di gran lunga la levigatezza del russo ; la loro penombra inconsistente massacra qualsiasi paragone fotografico, semplicemente perché nessuna foto potrebbe mai effigiare una immagine di delicatezza così esasperata, così idealizzata quali sono le bagnanti di Bouguereau.

 

tumblr_mf2ofu2

Serge Marshennikov

 

La differenza è proprio questa, le opere di  Marshennikov sono stupende se paragonate alle immagini da cui ormai siamo bombardati su tv , pc, manifesti, fotografie, sono più delicate di quanto possa essere possibile pensarle, più reali di quanto possa essere la realtà che ci viene imposta attraverso una macchina, che sia fotografica, da presa, altro ma….  le opere di Bouguereau esulano da questo confronto, semplicemente perché al suo tempo ancora non era inquietante priorità e sono semplicemente la rappresentazione dell’essenza dell’immagine catturata dagli occhi e sentita col cuore, senza filtri preconcetti, precostituiti artificialmente come appunto le immagini create da macchine.

 

tumblr_muaslbIX

Serge Marshennikov

 

La pittura dei Bouguereau e quella dei pittori vissuti prima del ‘900, è ormai inarrivabile perché i nostri occhi e quelli dei più grandi artisti figurativi del nostro tempo sono educati da immagini artificiali spacciate per le più vicine possibili alla realtà al nostro cervello fin dalla nascita e con questo inganno purtroppo, ogni artista contemporaneo deve fare i conti, ogni pittore ne subisce le influenze ed ogni opera diventa una tentata fuga mal riuscita dalla gabbia artificiale della figurazione che ci circonda, talvolta così pesantemente da riuscire a sovrapporsi a quella che è la vera immagine del creato.

bouguereau-la-toilette-de-venus-museos-y-pinturas-juan-carlos-boveri

William Adolphe Bouguereau – La Toilette Di Venus – 1873

 

I commenti sono chiusi.