Le fiabe nelle foto di Vincent Minor

Le fiabe nelle foto di Vincent Minor

Hunters in Shadows
Vincent Minor – Hunters in Shadows

 

La fotografia e il fotoritocco digitale vanno di pari passo ormai da decenni, sono rari infatti quei fotografi che ancora non elaborano le foto al pc e soprattutto che non le elaborano pesantemente.
Vincent Minor è un fotografo che non fa eccezione.

 

The Story Of Us
Vincent Minor – The Story Of Us

 

asdasd
Vincent Minor
static1.squarespace.comqewqw
Vincent Minor

 

Il suo stile in verità è molto interessante, perché sembra partire da una visione classica della fotografia per poi integrarla con l’aumento della saturazione cromatica del soggetto principale.

 

And_In_Death
Vincent Minor – And In Death

 

Molte sue foto si potrebbero definire classiche, perché anche se interessanti, innovative negli artificiali fotomontaggi, sono però molto antiche nei toni, nella composizione, nello studio dei particolari.
Oggetti, contaminazioni le rendono molto attuali all’interno di una costruzione romantica, a volte retrò.

 

a resting place
Vincent Minor – A Resting Place

 

Maestro del dosaggio dell’ombreggiatura, delle luci perfette nelle scene, del fotomontaggio che ingloba stupendamente nelle foto, Minor si costruisce visioni surreali divertenti, filosofiche, emotive, drammatiche, a volte sorrette da una vena ironica ma soprattutto dal sogno e dal bisogno di raccontare una favola.

 

ffff
Vincent Minor

 

E’ evidente che Minor è un fotografo a cui interessa principalmente una maniacale resa della perfezione dell’immagine, sempre affascinante, sempre principio cardine di ogni fotografia.

 

fgfgfg
Vincent Minor

 

In un secondo tempo, si avverte la presenza di una tematica particolare, spesso non meno interessante.
La capacità tecnica più evidente di Vincent Minor è di rendere incredibilmente naturali le foto anche se sature di colori in certi dettagli.

 

static1.squarespace.comasdas
Vincent Minor

 

L’alterazione cromatica eccessiva non disturba ma esalta la narrazione fotografica, delicatamente modulata si integra felicemente tra le tonalità del resto delle foto che hanno invece solitamente colori naturali.

 

gh
Vincent Minor

 

L’altra sua caratteristica è quella di riuscire a far comprendere l’esistenza di veri e propri racconti riassunti nei suoi fotogrammi, improbabili, surreali, alieni.

 

rtyrtyrty
Vincent Minor

 

Ogni foto sembra una favola, a volte dal significato e la sceneggiatura evidente, a volte no, allora nel guardarla, ci sentiamo come arrivati nel mezzo della narrazione di una storia o addirittura alla fine.

 

static1.squarespace.com
Vincent Minor

 

Si resta stupiti e con la voglia di conoscere tutto il racconto, possibilità concessaci dagli indizi di cui le foto sono disseminati. Scatta così una divertente ricerca nella ricostruzione della fiaba che pare ci voglia raccontare e ci assale la voglia di dare un costrutto logico agli oggetti, ai soggetti rappresentati. In questo modo coinvolgente, Minor ci dà la possibilità di diventare artefice di parte del racconto.

 

rtyryrtyrt
Vincent Minor

 

La sua tematica prende spunto principalmente dalla sfera emotiva nascosta in lui, ma sonda anche la coscienza collettiva arrivando a rappresentare le paure, i desideri, i ricordi di tutti.

 

sdssdsdsd
Vincent Minor

 

Minor lascia spazio anche ad elementi che ognuno può interpretare a suo modo, come se volesse ribadire chiaramente il concetto che c’è una globale storia emotiva che però si distingue nei dettagli di ogni singolo individuo, arrivando a renderci per certi versi tutti uguali, per altri, tutti diversi.

 

wew
Vincent Minor
Precedente La parte scomoda dell’Iperrealismo U.S.A , Denis Peterson Successivo Clet Abraham, cartelli animati a Firenze